Ristorante Belvedere Monte San Savino AR

b2

 

terraz3

pa1Patrizio Gabutti per Mangiare Bene

 

 

Specialità toscane in un locale rustico-elegante con pietra a vista e terrazza affacciata sulla campagna.
IndirizzoLocalita’ Bano, 223, 52048 Monte San Savino AR
Orari

mercoledì 12–22:30
giovedì 12–22:30
venerdì 12–22:30
sabato 12–22:30
domenica 12–22:30
lunedì Chiuso
martedì 12–22:30
tewrraz5

Ristorante Belvedere Monte San Savino oste Massimo Rossi, cucina km0,’e tante proposte anche per intolleranti e vegetariani….. se non ci siete mai andati provatelo!!! Ahh dimenticavo…. l’ acqua è a gratisse……

Commenti
Andrea Nenne
Andrea Nenne In due abbiamo preso antipasto fiori fritti, asparagi selvatici con uovo in camicia, secondi arista maiale al finocchietto e un millefoglie di melanzane intervallato a fette di vitello alla pizzaiola, contorno una verdura grigliata, un calice di vino locale, 2 caffè mi pare 47 euro in due cmq sotto i 50……. mi sembra più che onesto….

 · Rispondi · 8 h

Gestire

Paolo Scerpena
Paolo Scerpena Forse un po’ sottovalutato in zona, ma anche a noi piace moltissimo, fanno anche le pizze con farine di grani antichi e altri prodotti di grande qualità e a km “vero” zero, il loro orto! Noi abbiamo apprezzato moltissimo, e pensiamo sia valsa la pena spendere qualche eurino in più, poi degustibus! 😉 Servizio come sempre impeccabile, birre artigianali e ampia scelta di vini, prezzi umani!

L'immagine può contenere: cibo

 · Rispondi · 8 h

Gestire

Andrea Nenne
Andrea Nenne Pienamente d’accordo con te…. non mi sono dilungato troppo in complimenti, ma è davvero un ottimo ristorante, soprattutto dove si c’ è ricerca e voglia di fare…. a partire dal pane, dalle verdure, e dove ci sono delle idee, un posto dove i secondi non sono solo tagliate o filetti….

 · Rispondi · 

1

 · 7 h

Gestire

Andrea Guerri
Andrea Guerri Mi permetto di dire che stiamo parlando di ECCELLENZA quando nominiamo massimo rossi. Primo è da anni presidente illustre e benemerito della mia associazione AIS associazione italiana sommelier delegazione di arezzo, da anni ai vertici nazionali e mondiali addirittura. In secondo luogo le verdure e le primizie sono a metri zero dell’orto del belvedere, funghi, asparagi e tartufi sono dei boschi del monte s.savino accanto al ristorante e cercati e raccolti da massimo rossi stesso. In piu l’arte della cucina povera rivisitata, la cultura,la tradizione, la ricerca del gusto nel rispetto delle stagioni e della altissima qualità delle materie prime fanno del ristorante belvedere un’eccellenza aretina. Per di più a prezzi a dir poco onesti. Provare x credere, località Bano, lungo la strada che da monte s.savino prosegue verso Palazzolo e gargonza. Saluti
                       belv
terraz6
b1
b4b5
b6b7
b8
b9
b10
b11
b13
b16
b17
b20
b31
b41
Annunci

Il Formaggio in Montagna e nel Maso : il Graukase – Storia del formaggio

f8

f6

f5

 

 

pa1Patrizio Gabutti per Mangiare Bene

 

 

Il lavoro domestico: fare il formaggio *

Nell’ambito dell’economia del maso il formaggio non rivestiva quel peso che ha tradizionalmente in altre zone di montagna, gli altipiani veneto-trentini in primis. In generale si può affermare che i formaggi sudtirolesi erano in genere più leggeri e magri in quanto la lavorazione del latte era innanzitutto indirizzata alla produzione del burro, pilastro della cucina e fonte irrinunciabile di grassi nell’alimentazione di popoli che non conoscevano l’olio, tanto meno d’oliva. In Val Venosta la produzione di formaggi di malga e cagliati era più radicata nella cultura locale grazie alla vicinanza con la Svizzera. Le malghe della Val Pusteria e dell’alta Valle Isarco erano invece note per il formaggio grigio, che veniva prodotto con lo scarto della produzione del burro. Anche per questo motivo veniva prodotto in casa.
Più che un singolo prodotto il termine Graukäse sta a indicare una famiglia di formaggi (i Sauerkäse), derivanti dal formaggio Hand (così chiamato perchè un tempo veniva modellatato a mano), il quale fu capostipite dei formaggi a coagulazione acida di latte magro. Da questo particolare tipo di lavorazione oltre al Graukase si ricavano il Quargel, Hartzkase, il Kochkase e altri ancora, dalla produzione tipicamente famigliare e con nomi che variano a seconda della zona del Tirolo.
Ha un’origine antichissima ed è forse il più magro dei formaggi: la materia grassa sul residuo secco non supera il due per cento. Viene prodotto lasciando semplicemente inacidire il latte avanzato dalla produzione del burro, senza far uso di caglio. Ne deriva una massa granulosa, da pressare in pani, in cui durante la stagionatura tendono a svilupparsi muffe grigio-verdi, dalle quali prende il nome. Per trovare i primi documenti scritti sulla presenza di questo formaggio di latte vaccino bisogna risalire almeno al 1325, e consultare i registri di Castel Badia (Sonnenburg), che per secoli ospitò un convento per le figlie della nobiltà locale. Ad esse spettavano le decime più golose, spesso in prodotti naturali, tra cui, ovviamente il Graukäse, e specialmente quello di Rio Bianco, considerato il migliore.

Un piatto di Graukase e cipolla oggi.
Negli ultimi decenni, l’invasione di formaggi di valle e di latteria ha relegato lentamente la produzione del Graukäse quasi esclusivamente all’ambito domestico, nei masi di montagna e in un paio di latterie sociali, che utilizzano però latte pastorizzato e fermenti.
Il Graukaese non ha crosta e la pasta si presenta marmorizzata, con nocciolo interno bianco-gesso che, a seconda del grado di maturazione, può diventare giallo e untuoso.
Ha un sapore amarognolo ed un aroma molto intenso; risulta un pò secco al palato e per questo motivo viene generalmente condito con aceto, e talvolta anche con olio ed erbe aromatiche, sale e pepe a piacere. E’ tradizione che il Graukäse venga mangiato così condito assieme a fette di cipolla bianca e a una pagnotta di segale, dopo un periodo di riposo affinchè il formaggio maceri per bene.

f11

 

 

Per la storia del formaggio in generale, ti consigliamo di cliccare su questo LINK

http://www.formaggio.it/la-storia/

 

maso

f10

 

 

Sfoglia-arcobaleno-con-carote-zucchine-e-pomodori.

 

21752352_10208044424908389_1336395208369536444_n

 

pa1Patrizio Gabutti per Mangiare bene Arezzo

 

 

 

 

di Lorena Terenghi

Devo darmi una calmata, non è possibile che io non abbia freni quando vado ad acquistare la verdura…
Ho la fortuna di avere vicinissimo a casa un meraviglioso orto, gestito da una intera famiglia, con una piccola esposizione del raccolto giornaliero ma spesso e volentieri capita che sul banco non trovo quello che cerco quindi mi fanno aspettare un attimo e vanno a raccogliermelo al momento.
Alla fine, come sempre, accade che vado convinta di acquistare una determinata verdura e invece torno a casa con una cassetta piena. Colorata, profumata e freschissima..

 

 

 

Vai al link

http://www.bricioledisapori.it/2017/09/sfoglia-arcobaleno-con-carote-zucchine-e-pomodori.html

 

 

 

arcobaleno

Ristorante La Torre, Loro Ciuffenna –

t1

 

 

IndirizzoVia Dante Alighieri, 52024 Loro Ciuffenna AR

Orari

martedì 12:30–14:30, 19:30–23
mercoledì 12:30–14:30, 19:30–23
giovedì 12:30–14:30, 19:30–23
venerdì 12:30–14:30, 19:30–23
sabato 12:30–14:30, 19:30–23
domenica 12:30–14:30, 19:30–23
lunedì 19:30–23
pa1Patrizio Gabutti per Mangiare bene Arezzo

Ristorante La Torre a Loro Ciuffenna, locale caratteristico e molto carino, cibo ottimo! Insalata di caprino con tartufo, spaghetti Rummo con acciughe di Sicilia, pomodorini e briciole di pane a seguire hamburger con pancetta pecorino e tartufo veramente buoni! Lo consiglio vivamente!

Commenti

 ·

Gabutti PatrizioAmministratore del gruppo CLAUDIA, grazie 😊, ma quanto hai speso ? Dove si trova a Loro ? Che si mangia oltre quello che hai detto, il locale è grande ? ….i titolari ? Siciliani ?
Claudia Maurizi Spesa media dipende dal vino. Cucina toscana con qualche rivisitazione. Il locale è nel centro storico non molto grande ma molto caratteristico
Gabutti PatrizioAmministratore del gruppo scusa per abitudine noi vorremmo sapere quanto hai speso e cosa hai mangiato…. ed il vino… grazie, il “media” a noi non piace, è un criterio soggettivo…

 

Claudia Maurizi Ok! Vino Le Volte di Bolgheri € 22 abbiamo preso un antipasto (insalata di caprino con tartufo) 2 spaghetti rumo con acciughe di Sicilia pomodorini e briciole, un hamburger come spiegato sopra, un agnello (entrambi con patate) ed un cheescake con marmellata di fichi da sballo il tutto per € 80,00
Gabutti PatrizioAmministratore del gruppo Grazie, così va benissimo, i nostri aderenti sono abituati così… Suppongo sia in centro a Loro?
Claudia Maurizi La carta molto ampia con varie cose sfiziose dal baccalà mantecato agli gnocchi gratinati al tartufo al maialino al forno alla bistecca. Proprietari cordiali e gentili.
Claudia Maurizi Proprio alla torre
Claudia Maurizi Nel cuore
tt3t4t5t8t9t10t11t13

COME FARE IL RISOTTO: 10 TRUCCHI UTILI

 

riso

 

pa1 Patrizio Gabutti per Mangiare Bene

 

Crema di scampi, funghi porcini, ortiche o zafferano: come lo fai e fai, il risotto ha sempre il suo perché. Eppure la perfetta mantecatura non è affatto semplice. Quindi, come fare il risotto per ottenere un buon risultato? E tra i tanti tipi di riso, qual è il migliore per cucinare questo piatto? Il brodo è meglio aggiungerlo caldo o freddo? E la fiamma deve essere dolce o alta? In questo articolo vi sveliamo 10 trucchi per rendere il vostro risotto perfetto.

 

A PROPOSITO DELL’AUTORE

Monica Face

Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui “Di più”; “Di piùTv Cucina”; “RadioCorriere Tv”; “Onda Tv”; “Messaggero Tv”. Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, “Che cavolo cucino, oggi?”. Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, “perché è un ricordo d’infanzia e perché”, dice, “quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane”. Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, “perché altrimenti… il pasto non è finito”.

 

 

vai al Link

 

http://www.ilgiornaledelcibo.it/come-fare-il-risotto-10-trucchi/

 

riso2

 

gallo

 

 

 

 

 

 

5 TRUCCHI PER FARE DELLE PATATE PERFETTE IN OGNI OCCASIONE

patata

 

 

Uno dei contorni più utilizzati in cucina sono le patate: fritte, al forno, lesse, al microonde. Piacciono sempre a tutti, grandi e piccini, nessuno è in grado di rimanere indifferente di fronte alla delicatezza del loro sapore. Inoltre, vanno bene per ogni occasione, dalla festa di compleanno, alla cena in famiglia ma anche per un pranzo più formale di lavoro. Chiunque, anche i meno pratici in cucina, è in grado di realizzare un contorno di patate, ma siete sicuri di saperlo fare alla perfezione? Croccanti e poco unte? Dorate e mai molle? Ecco per voi alcunitrucchi su come fare le patate per un risultato assicurato!

Come fare le patate:  trucchi per non sbagliare mai

 

A PROPOSITO DELL’AUTORE

Elisabetta Pacifici

Elisabetta è nata a Roma, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di cultura, cibo, cinema e curiosità. Il suo piatto preferito è il risotto, perché si può fare in moltissimi modi e non annoia mai. In cucina non posso mancare le erbe e le spezie, perché sono il tocco in più che rende unica qualsiasi preparazione.

 

vai al link

 

http://www.ilgiornaledelcibo.it/come-fare-le-patate-trucchi/

 

pa1 Patrizio Gabutti per Mangiare Bene

pata.jpg

Preparato di verdure per soffritti

battuto

Come fate voi quando dovete preparare un soffritto con cipolla, carota e sedano?
Le carote nei supermercati vengono vendute in vaschette da un chilo e il sedano è intero. Ma se a me serve solo una carota ed un piccolo gambo di sedano? E del resto cosa me ne faccio?
Allora ho pensato di farmi una super scorta di “monodosi per soffritto”.
Vi assicuro, è una grandissima comodità. Lavorerete una sola volta ma il preparato vi durerà moltissimo tempo, quando vi servirà dovrete solo prenderlo dal congelatore.

Comodissimo anche per fare una minestrina veloce.
Un dado, una dose di verdurine ed ecco pronta una pastina certamente più saporita.
Mi saprete dire…
andate al Link di Lorena ” Briciole di Sapori”, dove troverete tutti i dettagli…

 

gallo

 

Briciole di Sapori per Mangiare bene Arezzo…grazie Lorena

pa1