Osteria Da Quele Donne- Caprese Michelangelo-AR

donne15

 

Osteria da Quele Donne snc di Cangi Laura e Ridolfi Rita – Via Fosso da Bagno, 39 – 52033 Caprese Michelangelo (AR) Italy –

Tel. +39 0575 791050

http://www.osteriadaqueledonne.it

chiuso il martedì

 

 

Di Franceschi Eleonora

Domenica, in una passeggiata allegra con il fidanzato, decidiamo di pranzare fuori  e ci spostiamo nella splendida campagna aretina verso Caprese Michelangelo.

I ristoranti conosciuti erano pieni zeppi e ci siamo fermati titubanti ma speranzosi di trovare gusti e sorrisi buoni in un ristorante sulla strada verso Caprese dal nome curioso : Osteria da quele Donne…..

Il personale si mostra subito confidenziale ed accogliente, semplice, molto sorridente e ci ha proposto una vera gioia dietro l’altra: per non appesantirci subito abbiamo evitato l’antipasto e abbiamo preferito i ravioli di ricotta del pastore fatti in casa conditi con i funghi…deliziosi!

Meraviglioso il sapore della scaloppina al marsala e la tagliata che ho assaggiato era morbida e gustosa..nel suo letto d’insalata dell’orto, anche le classiche patatine fritte erano particolari..tagliate tonde sottilissime e croccanti…

La mousse al caffè gustata fuori all’aperto è stata una sorpresa: su pavesini serviti caldi la mousse ricoperta di caramello è stato un tripudio di sapori. Bravissime “quele donne”!!!

Torneremo con gli amici sicuramente…da oggi abbiamo un nuovo posto dove stare bene, mangiare semplice e genuino. Ci hanno riferito le titolari che tutte le materie sono selezionatissime ed a km zero. Abbiamo notato una predisposizione per i dolci che fanno belli e buoni e che propongono anche per cerimonie.

Insomma sembra di essere a casa, coccolati e con i sapori di una volta, in locali semplici ma decorosissimi.

Poichè fanno tante cose in questo locale abbiamo guardato il loro sito con tante attività.

Che dire del prezzo, bassissimo. Mangiare bene e spendere pochissimo….

Come direbbe il nostro ministro, ci va tornato.

 

 

 

Ilaria To Arezzo

Occasione ha voluto che domenica scorsa ci trovassimo a pasare, verso l’una e mezza di pomeriggio, dalle parti di CAPRESE MICHELANGELO .
Non eravamo troppo affamati, data la cena della sera precedente a casa di amici napoletani che hanno preparato di tutto e di più; ma certo, trovandoci dalle parti del buon mangiare per antonomasia, non abbiamo voluto restare… a bocca asciutta.
E così, chiesto in giro dove poter fare un pasto non troppo pesante e abbastanza veloce, siamo stati indirizzati all’osteria “DA QUELE DONNE” .
Siamo così stati accolti all’interno della semplice ma ordinata sala riscaldata da una potente stufa che troneggia in un angolo, da una di ” quele donne” e ci siamo accomodati nel tavolo prescelto. La signora ci ha subito portato buon pane e una bottiglietta di olio NUOVA da sbollare, invitandoci ad ingannare l’attesa con l’olio di Canino ( ci ha poi detto di come ci sia una sorta di scambio: Caprese manda le castagne a Canino, e Canino invia l’olio !).
Abbiamo optato per un piatto di pasta fatta in casa ( una sorta di pici) con ragù bianco e funghi porcini, che è arrivato in porzione abbondante, per la gioia di mio marito che è davvero una buona forchetta.
Io invece, ho chiesto una onestissima tagliata con funghi porcini, molto saporita ed in quantità giusta.
La signora ci ha spiegato come tutte le pietanze servite siano in pratica reperite in zona, a km zero; e anche come la carne sia proveniente da allevamento in zona.
Ghiotta come sono, non ho saputo resistere al dolcino, una sorta di tiramisù ma fatto con il latte di cocco invece che con il latte: superbo! ( garantisco che il cocco non era però a km zero! ci abbiamo riso pure! ).
Grappini e buona conversazione con le due signore titolari, che ci hanno raccontato anche delle loro attività sociali: teatro, canto e scuola di cucina che affiancano il lavoro vero e proprio in osteria; e la pizza al taglio che fanno all’ora di pranzo per gli avventori che si fermano nella pausa di lavoro, hanno rappresentato l’argomento di conversazione che ci ha trattenuto fin verso le tre a tavola.
Il conto, più che onesto, comprendente un primo, un secondo, acqua e dolce, è arrivato ad euro 24.
Altre 4 euro e mezzo le abbiamo spese per acquistare un bel mezzo chilo di farina di castagne.
Mio marito ha promesso che una di queste sere, ci farà la polenta… vi saprò ridire. 🙂

 

 

donne 9

donne36donnr35donne34donne32donne3donne31

donne 12donne 13

 

donne7

donne15
dal loro sito riportiamo

 

Benvenuto

Ogni volta che vorrai venire a mangiare “Da Quele Donne” hai la certezza che sarai sempre piacevolmente sorpreso, la nostra semplicità, cordialità e allegria ti farà sentire sempre a casa.

I nostri piatti riflettono il nostro carattere e attingono dal territorio tutte le cose più buone e genuine che le stagioni offrono.

Il nostro menù semplice e allo stesso tempo fantasioso è sempre nuovo, pietanze ricche di gusto e preparate al momento, in base alla disponibilità di prodotti freschi, molti dei quali a chilometro zero.

Ogni volta sarà una piacevole sorpresa!

“Da Quele Donne” oltre ad offrire un servizio di ristorazione genuino e con un ottimo rapporto qualità-prezzo, organizza i tuoi eventi e le tue feste in modo totale, se vuoi festeggiare a casa tua ti offre un servizio di catering completo oppure può venire a cucinare direttamente a casa tua ed essere il tuo “Chef a casa”.

L’Osteria “Da Quele Donne” è anche molto attiva sul territorio per quanto riguarda il coinvolgimento dei più piccoli nelle attività di ristorazione e in collaborazione con gli istituti scolastici di Caprese Michelangelo e nell’ambito dell’iniziativa “Uniti per il cuore” organizza incontri di cucina e gioco con i bambini delle  scuole primarie. In queste occasioni è una gioia cucinare insieme ai bimbi e insegnare loro anche a preparare la tavola e a servire i piatti cucinati. Anche le famiglie vengono coinvolte nell’attività, a fine incontri viene organizzata una cena dove i piccoli stessi preparano le pietanze che i genitori degusteranno!

“Da Quele Donne” gli amici a 4 zampe sono i benvenuti!

Le nostre specialità

La cucina che troverete presso l’Osteria “Da Quele Donne” è basata sulla grande qualità degli ingredienti che sono tutti selezionati in base alla genuinità e alla trasparenza, spesso anche dalla conoscenza personale del produttore che di sovente è a poca distanza dall’osteria.

Ci piace variare spesso la nostra offerta e il nostro menù è sempre diverso, dipende dalla stagione e da quello che i nostri produttori selezionati hanno di più buono.

Prepariamo personalmente i nostri piatti, la pasta è sempre fatta in casa e siamo bravissime anche a preparare i dolci tipici del nostro territorio. Per i compleanni prepariamo noi le torte, anche su ordinazione personalizzate per il festeggiato, e in questo caso ci sbizzarriamo nell’uso di ingredienti particolari e nella creazione di dolci fantasiosi e bellissimi.

Su richiesta, anche per piccoli gruppi prepariamo cene personalizzate, curando oltre al menù anche l’allestimento e intrattenimenti su richiesta.

La nostra cucina spazia nelle ricette del territorio e anche in piatti della migliore cucina italiana, il venerdì prepariamo ottimi piatti a base di pesce il venerdì.
Il mercoledì, giovedì e venerdì pizza al taglio anche a pranzo.
Per pranzi di lavoro abbiamo menù completi a partire da 12 € .

 

donnedonne1donne2

 

donne4

 

 

donne7

donne6

Osteria in Aboca Ristorante – Fraz Aboca- Sansepolcro (AR)

aboca19

 

 

 

Il Ristorante é aperto a pranzo e a cena.
GIORNO DI CHIUSURA LUNEDI’.

certificato AIC di Sansepolcro

 L’Osteria in Aboca Ristorante – Fraz Aboca, 11 – 52037 Sansepolcro (AR) Toscana Italy – Tel. +39 0575 749125 Fax +39 0575 749124
Di     Francesca Cipriani
 

Domenica, ricorrenza in famiglia, festeggiamo a L’Osteria in Aboca (10 min da Sansepolcro, strada prov per Badia Tedalda/Rimini). Il ristorante è una casa colonica in pietra con ampio terrazzo e gazebo in legno. Ci riservano una saletta con grande tavolo quadrato, così che tutti possano parlare con tutti. Menù. Antipasto dell’osteria (tra l’altro: salumi, pecorino, raviggiolo, insalata di baccelli e varietà di crostini). Risotto alla crema di asparagi e ravioli patate e crescenza con pomodorini e lardo (semplicemente deliziosi). Grande trionfo nei secondi: maialino arrosto con spicchi di patate _tenerissimo e saporito_ e tagliata di vitella piemontese fassona (il piacere di una carne che si scioglie in bocca) accompagnata da insalata mista e vassoio di verdure fritte. Niente dolce per noi, ma solo per mia nipote celiaca, un semifreddo con base di quinoa e ciok fondente e salsa di fragole al ginger. Questo è ad oggi l’unico ristorante certificato AIC di Sansepolcro, dove si possono trovare tutti i piatti gluten free (anche pasta fresca) preparati direttamente dallo chef Massimiliano. Vino rosso Remole e poi liquori e caffè. Servizio curato e veloce unito a cortesia e attenzioni dei proprietari. Il prezzo? Una sorpresa: €30 a persona, un super regalo per dei nuovi clienti. Ristorante L’Osteria in Aboca, Strada marecchiese, Sansepolcro, tel 0575 749125, chiuso lunedì.

 

dal loro sito..

Il Ristorante

Nella preparazione delle nostre pietanze riserviamo particolare attenzione alla freschezza dei prodotti.
Potrete trovare tutti i “prodotti del bosco” partendo dalla cacciagione per arrivare a funghi e tartufi.

Tutte le nostre paste sono rigorosamente preparate a mano e tra le  specialità che potrete assaggiare trovate:  Bringoli col Sugo d’oca, Ravioli di patate e crescenza agli spinaci, Crespelle con verdura o funghi (in base alla stagione), Minestra di ceci, Pappa al Pomodoro e Ribollita e tante altre proposte che seguono l’alternarsi delle stagioni.

Le carni che utilizziamo per preparare specialità come “Carbonata” con  radicchio rosso e aceto balsamico e Filetto alla “Pastora” con ciliegini rucola e parmigiano sono di Chianina e altre razze selezionate provenienti da allevamenti delle nostre vallate.

Tra i dolci potrete trovare, oltre a quelli tradizionali come crostate con marmellate di nostra produzione e cantuccini, il Semifreddo al torrone, al Pistacchio eall’Amaretto, la Crema di mascarpone al cioccolato e la Mousse di Ricotta al Rum e Miele e Croccantino.

Sarà nostra cura consigliarvi nella scelta dei vini che potrete accompagnare ad ogni pietanza, grazie all’ampia scelta di vini pregiati e selezionati che troverete nella nostra CANTINA.

Un pò di storia

L’Osteria in Aboca è sinonimo di tradizione, Massimiliano infatti porta avanti un’attività intrapresa nel 1944 dal suo nonno Vasco.

I locali dell’Osteria hanno ospitato per molti anni un negozio di alimentari che si è sempre distinto per la genuinità dei sui prodotti.

L’osteria é stata costruita dal nonno Vasco vicino ad un’antica stazione di posta dove veniva commercializzata legna e carbone e dove usavano fermarsi anche i viandanti da e per il passo di Via Maggio, qui trovavano ristoro e piatti genuini già da allora.

La grande passione di Massimiliano per la cucina ha trasformato il locale in un ristorante dove, ancora oggi, è possibile “assaporare” la genuinità di un tempo.

La nostra cucina, nel rispetto della tradizione, si propone di esaltare i sapori del nostro territorio che è il crocevia di quattro regioni.

La nostra cucina é attenta alle esigenze di Celiaci e Vegetariani.

 

abocaaboca1aboca2aboca3aboca4aboca5aboca10aboca11aboca12aboca14aboca15aboca16aboca17aboca18

 

Osteria la Vecchia Scuola-Loc. Menarenza-Bagnoro-Arezzo

 

scu

scuola 29

Chiuso a Pranzo !!!

Di       Giovanni Grazzini
 

Recensione di “Osteria La Vecchia Scuola” in Loc. Menarenza-Bagnoro, nel suo primo giorno di apertura: antica scuola ristrutturata con molto gusto e con pietra a vista. Giovane chef, cibi freschi di stagione, appetitosi e rinnovati pur nel solco della tradizione. Servizio già rodato e prezzo assolutamente in linea con il servizio. Giardino esterno. Il patron Luciano Giusti ha realizzato il suo obiettivo, direi, centrandolo.

 

 

 

Gabutti Patrizio

grazie, che prezzi hanno…????

bravo lo chef?

 

Giovanni Grazzini

Antipasto 7, Primo pasta 9, secondo 8, birra media 4, coperto 1,5.. questa la mia spesa

Chef donna giovane.. e’ brava e secondo me ha piedi per terra ma grande intuito.. ristorante senza congelatori: solo roba di stagione

Fa anche pizza

Gabutti Patrizio

Grazie giovanni, molto gentile. Ho già aggiornato il link nel sito e nel gruppo….Grazie ancora

 

Giovanni Grazzini

Complimenti per quello che porti avanti: da hobby ad un presidio per la gente

 

Gabutti Patrizio

Una community ,  sta diventando assai impegnativo…..devo fare scelte tecniche importanti, ma ho paura che diventi un divertimento troppo oneroso….vedremo!

Giulia La Chiara Fragalà

Ciao a tutti…la chef sono io…

Donatella Paoletti 👏👏👏

Gabutti Patrizio ciao giulia, complimenti, in bocca al lupo….. Mi tieni un tavolo per stasera vengo subito a vedere?

Osteria la vecchia scuola al..Bagnoro

di  Patrizio Gabutti
Siamo stati subito al secondo giorno di apertura e possiamo confermare quanto è già stato detto nella recensione di altri presenti all’inaugurazione.
Effettivamente una gran bella ristrutturazione presenta un locale assai sobrio e piacevole , con un aspetto moderno e raffinato in un immobile che rimane rustico, a travi di legno, pietra ecc.
Non vorrei far immaginare un locale imbarazzante, quando si dice raffinato, perché l’atmosfera è assai semplice ed il menù passa da classiche ottime pizze a filetti di buonissima carne. Birre anche di buon livello e la mia preferita standard Icnusa… Che adoro!
Tutto è naturalmente nuovo e gli accessori sono moderni e simpatici, dalle cassette per i diversi tipi di pane, fatto in casa, a vasetti contenitori per intingoli vari ecc.. Anche buona la carta dei vini.
Abbiamo mangiato nella sala al primo piano ben serviti con attenzione continua, crostini con 5 pani diversi da prepararsi al momento, per una persona, un ottimo ed abbondante gnocco di farro con sugo di grigio e scorze di arancio, un pinzimonio di filetto, ottima la carne, molto saporosa … Caffè finale…
Una birra media ed acqua minerale ed abbiamo speso 40€…in due persone, che abbiamo ritenuto un buon prezzo. Fatevi il vs conto con il menù anche con pizze variegate.
Giulia la chef ed il Giusti il proprietario assai soddisfatti del nuovo locale sono in attesa della stagione estiva, perché il “fuori” e’ bello ed ampio, molto curato e come detto molto bello.
Insomma un locale simpatico da andare anche con la famiglia e gli amici .
Abbiamo firmato il registro degli ospiti, scrivendo, guarda caso, … Ci va tornato !!!

Ilaria Paglicci ReattelliBellino! Si, ci eravamo passati sabato perchè avevamo avuto un mezzo invito per la serata di inaugurazione… dico mezzo, perchè fatto a voce, e quando siamo passati per sapere dove era, ci hanno detto che in realtà sarebbe stato lunedì sera. Prima o poi dunque dovremo andarci! aspettiamo il tempo buono! Emoticon smile Grazie per la dritta! A presto Patrizio!

Paola Del BravoSembra proprio carino e i piatti molto allettanti! Grazie per la dritta, a breve ci andrò di sicuro!

Gabutti PatrizioUna nota di colore: fini agli anni ’20 i locali erano destinati a scuola elementare per la zona. La maestra abitava di sopra e di sotto faceva scuola a quei 4o5 bambini della zona, di ogni età … Tutti assieme !!!!!
Ecco perché tutto è scritto con scrittura infantile, dal menù in la’…
Appena avuta questa notizia, quel luogo per me è diventato come una fonte di pensieri, anche molto piacevoli..
Grazie giusti, mio ex alunno, sensibile a mantenere la voce del cuore ..

Standing ovation per “La vecchia scuola” del Bagnoro!!! Qualche sera fa, dopo tanti tentativi son riuscito a trovare un posto ma…..ne é valsa veramente la pena. Siamo stati ripagati dell’attesa con un antipasto superlativo, una pizza molto molto leggera in un ambiente davvero confortevole. Gli ingredienti ed i piatti proposti sono davvero raffinati e dimostrano tutta la creatività dello staff. Bravi, torneremo certamente anche per gustare nuovi piatti e cenare all’aperto. Anche qui….ci va tornato no?

Ilenia Giuntini Ci va tornato anche per me!
Federica De Tollis
di Federica De Tollis Ci tengo a rinnovare i giudizi positivi su questo ristorante! Siamo stati ieri sera ed è assolutamente favoloso! In 5 abbiamo preso 3antipasti esagerati, 4 tagliate condite con crema di pecorino e tartufo, una pizza miele e pistacchi, un dolce, due bottiglie di Valpolicella da 15€ ciascuna, acqua e caffè…spesa 145€ cioè 29€ a testa.. qualità dei piatti al top! Consigliatissimo!!!

 

scola1

 

scu1scu3

scuola

scola2scola3scola4scola5scola6scola7scola8scola9scola10scola11scola12scola13scola14scola15scola16scola17scola18scuola

Osteria in Arezzo creata e curata nei minimi particolari in una vecchia casa della famiglia Giusti dove agli inizi del 1900 ospitava una scuola elementare.

bagnoro

scola9scola12scuola1scuola2scuola3scuola4scuola5scuola6scuola7scuola10scuola11scuola13scuola14scuola15scuola16scuola17scuola18scuola19scuola20

scuola1scuola2scuola3scuola4scuola8scuola9scuola10scuola12scuola14

scuola13

le Civette -Citerna-PG

citerna

 

le Civette (0757828323)

 

http://www.borghipiubelliditalia.it/component/borgi/?view=village&id=128&Itemid=218

 

 

Siamo andati a piedi dalla Madonna del Parto di Monterchi, passando dalla super rampa direttissima, a Citerna, un Borghetto stupendo con una posizione aerea sulla val tiberina che da sola vale la gita…Leggete il link in premessa dei Borghi Piu’ Belli d’Italia e citerna è tra questi…..
Avevamo prenotato le Civette, forse uno dei locali più caratteristici della zona, .infatti è situato un uno dei camminamenti coperti ( vedere le foto) che girano intorno al paese come in molti nostri paesi medievali, situati sui cucuzzoli delle colline. Questa strada coperta in parte si affaccia sul panorama con volte o in altre parti con grandi aperture, con panorami magnifici.
Il ristorante, un mix particolare tra moderno e colorato, su antico vero, il camminamento, è alla fine di questo camminamento coperto, ha vari locali e stanze, non grandissime, ma in primavera ed estate il suo “fuori” originale è il camminamento stesso che consente di mangiare in un luogo davvero fresco ed assai suggestivo .
Luciano, il titolare, si presenta assai gentile e disponibile e parlando, ci fa capire che il suo nuovo locale, da quando la superstrada ha dimezzato i tempi per le Ville, sta entrando e lavorando sempre più con la clientela aretina.
Ci credo, con quella location e con la qualità del cibo che propone, non gli sarà difficile proseguire nel trend…
Un antipasto come un mix tra ribollita e ratatuia, ma a base di ceci ben mixato con salsa piccante, tagliatelline con acciughe e carciofi, capocollo alla griglia con sformato di spinaci e patate al forno, una speciale insalatona, due dolci di ottimo sapore e livello, una bottiglia di Syrah d’alessandro ….
66€ e tutto buonissimo. Guardate il menu’ e capirete.. che la scelta non manca.
Adattissimo per il periodo estivo, in una location strepitosa.
Sotto il porticato ha alla fine rimbombato un…” Ci va tornato”….

 

Il ministro….che  Vi ha portato anche in prov di Perugia perchè, non si direbbe, ma per questioni storiche che potrete leggere nel link, la provincia di perugia si incunea solo un pezzetto a mo di ampolla, proprio sul borgo di citerna. Lo noterete dal prefisso telefonico, che pensavo sbagliato….. Infatti Citerna passo’ allo stato Pontificio e non al gran ducato di Toscana. In ogni caso se lo godono tutti oggi !!!!!!

 

citerna2citerna3citerna-3

 

citerna1citerna3citerna4citerna5citerna6citerna7citerna9citerna10citerna11citerna12citerna13citerna14citerna15citerna16citerna17citerna18citerna19citerna20citerna21citerna22citerna23citerna24citerna25citerna26citerna27citerna28citerna29citerna30citerna31citerna32citerna33citerna34citerna35citerna36citerna37citerna38

Il Molino Agriturismo-PALAZZO DEL PERO – AREZZO

 

AR_AGRIDOMUS-_4_279

 

 

 

 

PALAZZO DEL PERO 21/C, PALAZZO DEL PERO C.A.P.52100 – AREZZO; Telefono – Fax: 0575369122 – 3392151343

Venendo da Arezzo, si gira a palazzo del pero a destra per la foce, dopo circa 1,5 km sulla destra…

 

 

recensito da Gianni Kxyz
 

Salve,oggi sono stato a pranzo al Mulino al palazzo del pero e devo dire sono rimasto molto soddisfatto. Niente di troppo elaborato come menù, che è fisso,ma tutta roba genuina e ben cucinata. Per due adulti e due bambini,abbiamo preso antipasto, buono e non esagerato, tris di primi, assaggi e non quantità industriali(riso asparagi tartufo e ricotta, maccheroni al ragu e maccheroni mantecati al tartufo),arrosto misto coniglio e agnello nostrano e pollo con patate arrosto e insalata.vino sincero senza etichetta (della casa) acqua, dolce e caffè alla Moka (niente espresso). I secondi sono stati portati solo a me e mia moglie. Abbiamo mangiato sotto un piccolo loggiato con giardinetto alle spalle (forse potrebbe essere un po’ più curato in qualche dettaglio).Prezzo sessanta euro.Le padrone,due sorelle dicono che al massimo c’è posto per una trentina di coperti,credo che ci tornerò.

 

Anche di Laura Bocci

 

Ve lo dico io agridomus il mulino è un agriturismo fa tutta roba locale e del posto funghi colti da loro animali allevati da loro ecc vino locale olio locale posto carino si può dormire hanno 3 appartamenti di vari dimensioni cervate su booking o andate di persona !

 

Vendita diretta nell’agro-aretino

AGRIDOMUS IL MULINO di CHIARA OMARINI

AZIENDA

Tipologia:
Azienda Agricola – Agrituristica
Indirizzo:
PALAZZO DEL PERO 21/C,  PALAZZO DEL PERO
C.A.P. 52100 – AREZZO
Telefono – Fax:
0575369122 – 3392151343
Email: chiaraomarini@virgilio.it    Url: www.agrimulino.com
Come Raggiungerci :
L’azienda è in collina a 400 mt sul livello del mare. Si raggiunge dall’A1, uscita Arezzo, proseguendo in direzione Sansepolcro fino a Palazzo del Pero, si gira verso la foce castiglion fiorentino fino a località Pian d’Usciano.

DESCRIZIONE

L’Azienda Agricola “Il Mulino, a soli  10 minuti d’auto dalla città di Arezzo, si estende per 50 ettari nella Val Cerfone, dove produce. Accanto alla produzione agricola è nata l’azienda agrituristica  “Agridomus”, che interpreta a pieno l’antico senso dell’ospitalità contadina, rispecchiandosi nel motto “la nostra casa è la vostra casa”. La ricerca nella tradizione e la passione per la cucina, basata sull’uso di prodotti naturali biologici. Gli appartamenti ben ristrutturati offrono ogni comfort e si integrano alla perfezione nello scenario che li circonda. A disposizione degli ospiti anche 10 ettari di boschi e sentieri,  che possono percorrerli a piedi e in mountain bike

Immersa nella Val Cerfone si colloca “Il Mulino”, 50 ettari di Azienda Agricola dove si producono cereali, leguminose e olio d’oliva. Situata a soli 10 minuti d’auto dalla città di Arezzo, all’Azienda Agricola si affianca l’azienda agrituristica “Agridomus”, la quale interpreta a pieno l’antico senso dell’ospitalità contadina, rispecchiandosi nel motto “la nostra casa è la vostra casa”. La struttura si compone di diversi appartamenti caratterizzati da un ambiente rustico-rurale, colmo di un fascino d’altri tempi che offrono qualsiasi comfort richiesto. I proprietari della struttura sono alla continua e attenta ricerca della tradizione e lo si evince grazie alla loro passione per la cucina, dove vengono utilizzati prodotti naturali biologici. La struttura è indicata per chi cerca una vacanza immerso nella natura e nella tranquillità.AR_AGRIDOMUS-_3_559AR_AGRIDOMUS-_4_279AR_AGRIDOMUS-_5_278AR_AGRIDOMUS-_9_954AR_AGRIDOMUS-_10_639
bookbook2book3

Ristorante,Pizzeria, Pub -Grand Prix Motor Pub-Indicatore- Arezzo

prix

Località Indicatore, 25C, 52100 Indicatore, Arezzo AR
Telefono:0575 368882

Orari:

Sabato 19–01:30
Domenica 19–01:30
Lunedì 12–14:30, 19–01:30
Martedì 12–14:30
Mercoledì 12–14:30, 19–01:30
Giovedì 12–14:30, 19–01:30
Venerdì 12–14:30, 19–01:30

Pizzeria Grand Prix Indicatore. Locale storico, uno dei pochi aperto fino a tardi. Arredamento datato ma cucina e pizzeria ottime, servizio rapido e prezzi molto competitivi. Pizza molto buona e ben condita a 5 euro , pici funghi porcini e tartufo ottimi a 12 euro e penne alla ghiotta a 9 euro. Coperto 1 euro. Totale 35 euro in 3. Ottimo ed economico. Indicatore, via Cassia 25. 0575 368882

Leonardo Tuberti
Leonardo TubertiConcordo con Massimo!
Roberto Stiatti
Roberto StiattiCi mangio tutti i giorni… Buono davvero, anche se il top sono gli gnocchi gratinati 😋😋😋😋😋😋
Manuela Boncompagni
Manuela BoncompagniBene a sapersi grazie
Aperto praticamente sempre! Tu vai anche a qualsiasi ora della notte.. Lo gnocco Grand Prix è sempre pronto li per te nella terrina fumante.. piena di gnocchi e formaggio e salsa tartufata! E’ il must di questo locale! E’ ristorante pizzeria e pure pub.. ed è anche per questo che lo si trova sempre aperto. Come locale esteticamente è molto semplice.. molto essenziale nell’arredamento e comunque attaccate alle pareti si trovano migliaia di foto di auto e moto.. e appena si entra c’è una fila di motociclismo e quattroruote per i lettori più esigenti! Come ho detto il piatto forte è sicuramente lo gnocco.. ma anche la pizza è sottile e croccante e vale la pena provarla se piace il genere! Le porzioni di solito sono molto abbondanti (infatti è possibile ordinare ad esempio mezzo gnocco e secondo me è sufficiente e magari prendendone solo mezzo si ha la possibilità di prendere magari anche un antipasto prima o un dolcino dopo.. lo gnocco intero è veramente una piattata esagerata.. veramente difficile da finire) e il servizio è abbastanza veloce. Bello è anche il fatto che ci sia il forno a legna praticamente al centro della seconda sala.. Bello da vedere e pure bello caldo l’ambiente circostante! Prezzi nella norma (dei due bassi se vogliamo per la quantità e la qualità dei piatti).
prixprix1prix2prix4

Falterona-Ristorante- Stia-AR

stia

 

 

 

Piazza Tanucci , 9, 52015 Stia, Italia

+39 0575 504058
da una segnalazione di Patrizia Torrini
Volevo con voi condividere un’interessante segnalazione di un’aderente al gruppo, di uno chef assai giovane, ma emergente, per le sue notevoli qualità, che esprime in un antico ristorante, da lui adesso gestito da pochi mesi…
Auguri a lui !!!
Patrizio Gabutti
Commento della nostra Patrizia Patrizia Torrini
Ti ho mandato il post del Falterona così puoi vedere anche le foto dei piatti. Questo ragazzo Leonardo Norcini si è fatto le ossa in America Polonia e poi a Siena. Bravissimo e molto umile si è scocciato di fare Stia -Siena e ha voluto riaprire questo locale che era chiuso.
Da una recensione su google

Un locale che esiste già da qualche anno, ma solo da un paio di mesi Leonardo Norcini ne è divenuto il titolare, lo Chef.
Il locale è ampio, un’impronta di eleganza non particolarmente vistosa ma solida, certo, a mio parere, qualche elemento di colore in più riscalderebbe l’ambiente, ottimo il tovagliato spesso, normale la mise en place, le sedie sono di materiale sintetico trasparente comodissime, i bagni altrettanto comodi ed ampi, forse una musica più soft potrebbe essere altra scelta coccolante.
Ragazzo giovane, cordiale, un accenno di ‘pancetta’ che nel tempo diventerà importante (!!), impronta scolastica, mano equilibrata.
Qualche piccola sbavatura si può concedere proprio per la giovane età.
In sala una ragazza giovane, fine e bella, mi sono trovato molto a mio agio nella sua solerte cortesia, nel suo quieto sorriso, anche se non fosse questo il suo mestiere d’elezione, farà della strada, ha iniziato benissimo.
Un Menù corto, che per me vuol dire più fresco e più curato che spazia dal territorio a qualche piatto di pesce, prezzi in linea con la qualità, bene o male gli antipasti sotto i 10 euro, i primi in media attorno ai 12, i secondi con punta per un complesso piccione di 17 euro, il coperto 1 euro, la carta dei vini è un excursus su vari territori con ricarichi normali.
Forse ‘cinque’ stelle sono una in più del meritato, ma sento sia giusto incoraggiare chi spende la propria vita con impegno e poi, Stia per quanto paese da favola, temo che non offra numeri forti di turismo, quindi di clientela.
Ci rivediamo.

 

 

stia1stia2stia3stia4stia5stia6stia7